sabato 3 giugno 2017

Crostata con crema di anacardi


La cosa veramente notevole di questa crostata è la crema di anacardi.
Avevo letto un sacco di ricette, ma non mi ero mai convinta a provarla.
Poi mi sono decisa e, un po' a occhio, un po' con qualche ricetta alla mano, ho fatto questa crema.
Ho frullato gli anacardi (circa 200 per la dose per una crostata) con uno yogurt bianco di soia e il succo dimezzo limone (per la quantità di succo, direi di partire con poco e aggiungere se piace... a me piace molto). Poi ho aggiunto pezzetti di cioccolato fondente e un cucchiaio di sciroppo d'acero.

Per la pasta frolla, ho seguito le indicazioni della ricetta base vegan del libro del Bimby
125 gr di farina di farro
125 gr di farina 00
125 gr di zucchero di canna
70 gr di olio di semi di mais
60 gr di acqua.
Mettere tutto nel Bimby per 20 secondi a velocità 5.
Fare riposare l'impasto un paio di ore in frigo.
Cuocere a 180 gradi per una ventina di minuti.

Ravioli fatti in casa

Da quando sono diventata vegana, ho iniziato a cucinare, questo accadeva circa 3 anni fa.
Da qualche mese mi sono intrippata di brutto con il Bimby che trovo sia un ottimo strumento e ci faccio di tutto. E da qualche mese ho riesumato la macchina per fare la pasta, la famosa Imperia, che esiste da quando ero piccola e forse anche da prima. Nelle scorse settimane, ho soprattutto fatto lasagne, che sono la cosa più veloce del mondo, ma non vedevo l'ora di avere del tempo per fare una pasta ripiena.
Oggi, quindi, è stata la volta dei 

Ravioli al ripieno di pesto di frutta secca.
Pasta fresca
250 gr di farina di grano duro
20 gr di olio
130 gr di acqua tiepida
Mettere tutto nel Bimby per 2 minuti a velocità spiga.
Lasciare riposare un po' (1/2 ora) e poi lavorare con la macchina per la pasta.


Ripieno di frutta secca
Due pugni (la mia unità di misura preferita, visto che faccio quasi tutto a occhio) di frutta secca mista, io avevo mandorle tostate, noci e, soprattutto, nocciole
Un po' di olio di oliva
Mettere nel mixer / Bimby, quello che avete, fino a ottenere un pesto - che deve rimanere molto denso (fondamentale per il ripieno)
Condimento
Pesto di cui sopra con salvia, allungato con l'acqua di cottura della pasta.




martedì 25 aprile 2017

Torta di mele


Ingredienti
300 gr di farina di tipo 1 oppure mista (200 farina 1 e 100 farina 00)
150 gr di zucchero grezzo integrale di canna
250 latte di soia
110 ml di olio
lievito
la punta di un cucchiaino di vaniglia
pezzi di cioccolato fondente
mele (da aggiungere alla fine)
(cannella)

Io metto tutto insieme (tranne mele e lievito) e mescolo con frusta e spatola.
Aggiungo il lievito e metto nella teglia, infine aggiungo le mele (senza mescolare dopo).
Ricetta originale, da me leggermente modificata, presa dal libro "I dolci vegolosi".

sabato 27 febbraio 2016

Ricotta


Fare la ricotta è semplice e rapido.
Il procedimento è facilissimo e serve solo latte di soia, aceto di mele, acqua (facoltativa) e un colino a maglie fitte (utile è pure la fuscella). In molte ricette, si usa il sale, ma io non lo metto.
Le ricette che uso le ho trovate su internet oppure sul libro dei formaggi di Erbaviola.

Si porta a ebollizione 1 litro di latte di soia e si spegne, aggiungendo contestualmente 
a) acqua acidulata riscaldata (circa 50 ml di acqua con 3 cucchiai di aceto di mele) 
b) oppure circa 3 cucchiai di aceto di mele puro.
A questo punto, si seguono due vie:
a) si copre con un coperchio e si lascia per un'ora o più e poi si raccoglie il caglio con un colino a maglie fitte, per poi depositarlo nella fuscella e lasciarla sgocciolare almeno 4-5 ore in frigorifero;
b) si raccoglie rapidamente il caglio con il colino a maglie fitte e si sciacqua bene sotto l'acqua corrente, per un minuto abbondante e anche di più (per eliminare il sapore dell'aceto), quindi si deposita nella fuscella e la si lascia sgocciolare almeno 4-5 ore in frigorifero.
In assenza di fuscella, usare il colino.

Per ottenere una ricotta molto versatile, utilizzare un latte di soia il più naturale possibile, senza zucchero o altro aggiunto. Leggendo su internet, ho trovato un elenco di marche che non vanno bene e sono Valsoia, Alce Nero, Isola Bio e Biotrend.

Io l'ho fatta diverse volte e utilizzo il procedimento a) con acqua acidulata... ho provato anche con aceto puro, ma nonostante il risciacquo abbondante, la ricotta aveva il sapore dell'aceto di mele.

Nella foto sotto, uno dei miei utilizzi della ricotta: con sciroppo d'acero, frutta e semi, per colazione.



Creme Caramel

Ingredienti per 4

500 ml di latte di soia alla vaniglia
15 gr di maizena
1 cucchiaino di agar agar in polvere
6 cucchiai di sciroppo d’acero

Sciogliere agar agar e maizena in poco latte di soia in modo da non formare grumi, aggiungere poi il restante latte di soia e portare dolcemente ad ebollizione. Quando bolle aggiungere 2 cucchiai di sciroppo d’acero e dopo due minuti spegnere il fuoco.

Bagnare 4 coppette con acqua fredda, versare sul fondo un cucchiaio di sciroppo d’acero ciascuna e coprire con il preparato di latte di soia alla vaniglia.

Lasciar raffreddare a temperatura ambiente e poi riporre in frigo per almeno 2 ore prima di servire.

(la ricetta l'ho presa e copiata parola per parola da questo blog)

Ringrazio il blog citato per avermi fatto scoprire questa ottima ricetta, che ho provato e adorato... 
e divorato!

Le foto sono le mie.


Variante con mirtilli (che non si vedono) :)


domenica 7 febbraio 2016

Patate ripiene


Patate ripiene
Patate lesse, a cui si è scavato l'interno con un cucchiaino
Pesto di prezzemolo con cui riempire "lo scavo" delle patate
(pesto ottenuto mixerando prezzemolo, formaggio morbido veg, patata lessa, sale, olio)

Il pesto fatto così può essere usato anche come condimento per la pasta.

Come ripieno per le patate, può essere mischiato a maionese e un pizzico di senape.

martedì 4 agosto 2015

Melanzane ripiene

L'altro giorno, ho scoperto un preparato favoloso... il mopur macinato, questo qui.
Lo avevo in frigo da qualche giorno, ma non mi ero decisa a provarlo perché, di solito, i preparati non tanto mi piacciono. Poi, ho deciso di fare le malanzane ripiene e mi sono ritrovata davanti questa confezione. E' un ripieno perfetto!


Melanzane ripiene

Ingredienti
melanzane
mopur macinato
salsa

Tagliare in due le melanzane in senso longitudinale e fare arrostire in padella antiaderente o griglia (o infornare), fino a quando la melanzana sarà quasi cotta. Fare raffreddare e scavare la melanzana, togliendo la polpa.
Fare cuocere la salsa e il mopur macinato, quindi unire la la polpa della melanzana.
Togliere dal fuoco e aggiungere pan grattato, sale, basilico e spezie varie a piacere.
Riempire le melanzane scavate con il ripieno, aggiungere una spolverata di pan grattato e un filo d'olio e infornare. Consumare tiepide/fredde.