mercoledì 19 luglio 2017

Hummus di ceci

Risultati immagini
immagine presa da internet

Questo è uno dei piatti più semplici e più buoni che abbia mai mangiato, in parole povere è una sorta di purè di ceci.
Ricetta
Frullare semi di sesamo tostati (un bel po'), mandorle tostate, succo di limone e olio fino a ottenere una sorta di pesto. Aggiungere ceci e uno spicchio di aglio. E prezzemolo, se lo avete.
Frullare fino a raggiungere la consistenza della foto (di un purè).

Davvero buono.

sabato 8 luglio 2017

Polpette di lupini

Già ieri ho condiviso la mia ricetta del polpettone di lupini, oggi ne condivido un'altra, che, anche se non sembra, è parecchio differente (a parte la prima fase) dalla ricetta di ieri. Questa è frutto della mia mente di oggi pomeriggio.




Polpette di lupini
Per prima cosa, ho sbucciato e risciacquato i lupini... importantissimo! 
Una volta ho dimenticato di fare questi due fondamentali passaggi e le polpette erano salatissime, praticamente immangiabili. Infatti, i lupini sono generalmente venduti in salamoia, quindi potete immaginare!
Poi ho frullato i lupini e li ho messi da parte.
Quindi ho fatto due patate al vapore e, dopo averle schiacciate con la forchetta, le ho unite ai lupini.
Ho aggiunto un po' di salsa di carote al vino, ho impanato e messo in forno.


Salsa di carote al vino
o salsa di vino con carote
Fare rosololare una o due carote e una cipolla tagliate a pezzi molto piccoli e sfumate con il vino bianco. Poi aggiungete un po' di bechamelle non troppo densa (veg ovviamente, si fa con brodo vegetale e farina). Cuocere (fino a quando le carote saranno cotte e la salsa avrà la consistenza desiderata).

venerdì 7 luglio 2017

Polpettone di lupini

lupini 2
Uno dei ricordi di quando ero piccola e si andava a fare gite prendendo l'autostrada è il signore che si metteva lì, al casello, e vendeva questi sacchettini pieni di qualcosa che a me sembravano grossi fagioli. A me non piacevano affatto. 
Sono i lupini.
Ho "scoperto" i lupini, come molti altri alimenti, quando ho iniziato ad alimentarmi di soli vegetali.
Sono dei legumi, fantastici come ingredienti di polpette.
Hanno anche un elevato contenuto proteico, 36 g su 100 g di prodotto (per fare dei confronti, la soia ne ha 36,9 e il petto di pollo 23,3).
Oggi, invece delle polpette, ho provato a fare una sorta di polpettone, totalmente inventato da me.

Polpettone di lupini
Per prima cosa, ho sbucciato e risciacquato i lupini... importantissimo! 
Una volta ho dimenticato di fare questi due fondamentali passaggi e le polpette erano salatissime, praticamente immangiabili. Infatti, i lupini sono generalmente venduti in salamoia, quindi potete immaginare!
Poi ho frullato i lupini e li ho messi da parte.
Nel frattempo, ho messo in padella a soffriggere lievemente due patate e una cipolla, entrambe tagliate a pezzetti piccoli, sfumando con vino bianco. 
Quindi ho aggiunto il composto di lupini frullati e ho fatto cuocere una ventina di munti, aggiungendo acqua di quando in quando.
A cottura delle patate, ho aggiunto della farina di ceci, in modo da rendere il composto abbastanza compatto e l'ho trasferito in uno stampo per plumcake (sulla carta forno).
Ho messo un po' di pan grattato e di olio e ho infornato a circa 200 gradi per un quarto d'ora/venti minuti, fino a quando il pan grattato si è dorato.



Se volete leggere qualcosa sui lupini, potete andare qui.

giovedì 6 luglio 2017

Le polpette di Andy Luotto

Non so se sapete che Andy Luotto ha scritto un bel libro di ricette vegane (insieme a Federico Quaranta), che non contiene solo ricette ma anche molte altre cose interessanti. 
Personalmente, trattandosi di due non vegani che hanno scritto un libro decantando le motivazioni per cui il veganesimo non è una scelta da invasati ma ha radici fondate e che, in più, hanno condiviso alcune ricette buonissime, a me è piaciuto molto. 
Il libro si chiama "Anche i vegani fanno la scarpetta".
Da quando ho letto le sue ricette, ho rivoluzionato il modo di fare le polpette e seguo, per sommi capi, la sua ricetta delle polpette di melanzane.


Tagliare la melanzana (o le melanzane se siete più di tre) a cubetti e fare soffriggere con uno spicchio di aglio; mettere in una ciotola e aggiungere pane raffermo tagliato a pezzetti, brodo vegetale, mandorle tritate (io faccio un trito di mandorle e sesamo tostati), foglie di menta e un paio di cucchiai di farina di ceci.
Il composto deve essere di consistenza adatta a formare delle polpette, che poi si passano nel pangrattato e si friggono.
Non credo di aver mai mangiato polpette più buone!


sabato 3 giugno 2017

Crostata con crema di anacardi


La cosa veramente notevole di questa crostata è la crema di anacardi.
Avevo letto un sacco di ricette, ma non mi ero mai convinta a provarla.
Poi mi sono decisa e, un po' a occhio, un po' con qualche ricetta alla mano, ho fatto questa crema.
Ho frullato gli anacardi (circa 200 per la dose per una crostata) con uno yogurt bianco di soia e il succo dimezzo limone (per la quantità di succo, direi di partire con poco e aggiungere se piace... a me piace molto). Poi ho aggiunto pezzetti di cioccolato fondente e un cucchiaio di sciroppo d'acero.

Per la pasta frolla, ho seguito le indicazioni della ricetta base vegan del libro del Bimby
125 gr di farina di farro
125 gr di farina 00
125 gr di zucchero di canna
70 gr di olio di semi di mais
60 gr di acqua.
Mettere tutto nel Bimby per 20 secondi a velocità 5.
Fare riposare l'impasto un paio di ore in frigo.
Cuocere a 180 gradi per una ventina di minuti.

Ravioli fatti in casa

Da quando sono diventata vegana, ho iniziato a cucinare, questo accadeva circa 3 anni fa.
Da qualche mese mi sono intrippata di brutto con il Bimby che trovo sia un ottimo strumento e ci faccio di tutto. E da qualche mese ho riesumato la macchina per fare la pasta, la famosa Imperia, che esiste da quando ero piccola e forse anche da prima. Nelle scorse settimane, ho soprattutto fatto lasagne, che sono la cosa più veloce del mondo, ma non vedevo l'ora di avere del tempo per fare una pasta ripiena.
Oggi, quindi, è stata la volta dei 

Ravioli al ripieno di pesto di frutta secca.
Pasta fresca
250 gr di farina di grano duro
20 gr di olio
130 gr di acqua tiepida
Mettere tutto nel Bimby per 2 minuti a velocità spiga.
Lasciare riposare un po' (1/2 ora) e poi lavorare con la macchina per la pasta.


Ripieno di frutta secca
Due pugni (la mia unità di misura preferita, visto che faccio quasi tutto a occhio) di frutta secca mista, io avevo mandorle tostate, noci e, soprattutto, nocciole
Un po' di olio di oliva
Mettere nel mixer / Bimby, quello che avete, fino a ottenere un pesto - che deve rimanere molto denso (fondamentale per il ripieno)
Condimento
Pesto di cui sopra con salvia, allungato con l'acqua di cottura della pasta.




martedì 25 aprile 2017

Torta di mele


Ingredienti
300 gr di farina di tipo 1 oppure mista (200 farina 1 e 100 farina 00)
150 gr di zucchero grezzo integrale di canna
250 latte di soia
110 ml di olio
lievito
la punta di un cucchiaino di vaniglia
pezzi di cioccolato fondente
mele (da aggiungere alla fine)
(cannella)

Io metto tutto insieme (tranne mele e lievito) e mescolo con frusta e spatola.
Aggiungo il lievito e metto nella teglia, infine aggiungo le mele (senza mescolare dopo).
Ricetta originale, da me leggermente modificata, presa dal libro "I dolci vegolosi".